Incontro su Ecosostenibilità ed efficientamento energetico nelle Aree Marine Protette

Incontro su Ecosostenibilità ed efficientamento energetico nelle Aree Marine Protette

COMUNICATO STAMPA

 

Incontro su Ecosostenibilità ed efficientamento energetico nelle Aree Marine Protette

 

Siracusa 17 novembre 2023

 

“Ecosostenibilità ed efficientamento energetico nelle Aree Marine Protette” è il tema del convegno che ha avuto luogo stamani nella sala “Ferruzza-Romano” nella sede dell’Area marina protetta Plemmirio.

L’appuntamento è stato promosso dalla Capitaneria di Porto di Siracusa in collaborazione con l’Area Marina Protetta Plemmirio e l’Amministrazione Comunale e ha visto il coinvolgimento, oltre che dei partner istituzionali, degli studenti dell’Istituto Nautico.

L’incontro ha avuto luogo in attuazione del Protocollo stipulato tra il Comando Generale del corpo delle Capitanerie di Porto e il Ministero dell’Ambiente oggi Ministero per la Transizione Ecologica.

I lavori sono stati aperti dal presidente dell’Area Marina Protetta Plemmirio, Patrizia Maiorca, che ha subito posto l’accento sulla importanza della protezione del delicato ecosistema marino, ringraziando i partner istituzionali i quali, attraverso la sinergia di intenti e di stretta collaborazione, collaborano quotidianamente nell’impegno in protezione del mare e della costa.

Il comandante della Capitaneria di Porto di Siracusa, Andrea Santini, ha rilevato l’importanza di sensibilizzare i più giovani e in particolare gli studenti del Nautico presenti stamani in un folto gruppo che ha occupato tutta la sala “in qualità di futuri protagonisti del mondo del mare” sui temi del monitoraggio della costa e della sicurezza in mare.

Per il Comune, l’assessore comunale, Fabio Granata, ha sottolineato “l’importanza di sapere dire dei no, quando in ballo c’è la protezione dell’ambiente e del mare”.

Granata, nel definire l’Area Marina Protetta Plemmirio “una Area di identità ritrovata” ha ricordato che la nascita della riserva marina siracusana è nata laddove si voleva realizzare un enorme allevamento intensivo di tonno e ha infine salutato gli studenti del Nautico citando una celebre frase di Enzo Maiorca “Prua al mare, ragazzi”.

Per il Consorzio Plemmirio, il direttore, Salvatore Cartarrasa, si è soffermato sul concetto di ecosostenibilità, e su nuovi e più recenti termini come “transizione ecologica” o, ancora, sui nuovi strumenti all’orizzonte come il Pnrr “con investimenti a tanti zeri in sostegno dell’ambiente e del territorio” che rappresentano “sfide aperte che si devono sapere cogliere per il futuro delle prossime generazioni”.

Nel ruolo di relatori si sono avvicendati la biologa marina, Linda Pasolli, che ha trattato il tema delle “Attività di rilevamento a supporto della biodiversità marina in Amp Plemmirio” anche attraverso delle diapositive esplicative per gli studenti, mentre al tenente di vascello della locale Guardia Costiera, Dario Angelo Incalcaterra è stato affidato il compito di relazionare sul “Monitoraggio e sorveglianza in area marina: le misurazioni con sonde multiparametriche”.

Incalcaterra ha proposto alcuni video sulle attività realizzate dalla Capitaneria. Negli interventi di oggi è stato rilanciato tra l’altro, il fenomeno delle “reti fantasma” che si annidano nei fondali causando danni all’ecosistema marino. Si tratta di reti dimenticate in mare, anche per lungo tempo, in cui restano intrappolati pesci e persino uccelli marini, che disperdono microplastiche in mare con grave pregiudizio per la salute dei pesci prima e poi anche dell’uomo secondo la catena alimentare.

 

d.ssa Graziella Ambrogio
Ufficio Informazione Divulgazione e Promozione
Area Marina Protetta del Plemmirio
info1@plemmirio.it
graziella.ambrogio@plemmirio.it
tel 0931 449310
Translate »