OGGI  Specie aliene nel Mediterraneo. I granchi blu azzeratori di biodiversità, conoscerli bene per poterli contrastare  

OGGI  Specie aliene nel Mediterraneo. I granchi blu azzeratori di biodiversità, conoscerli bene per poterli contrastare  

COMUNICATO STAMPA

    Specie aliene nel Mediterraneo

I granchi blu azzeratori di biodiversità

conoscerli bene per poterli contrastare

 

Siracusa 8 novembre 2023

 

L’invasione dei granchi blu e il problema delle specie aliene nel Mediterraneo sono state al centro di un incontro, cui hanno partecipato gli studenti dell’istituto Alberghiero, che ha avuto luogo stamani nella sala Ferruzza-Romano dell’Area Marina Protetta Plemmirio.

L’incontro, organizzato dall’Area Marina Protetta Plemmirio e Slow Fish Sicilia in collaborazione con l’Università di Catania, l’Ente Fauna Mediterranea e l’Istituto Federico II di Svevia, ha visto la partecipazione di relatori esperti i quali hanno riferito del fenomeno specie aliene, con particolare riferimento ai granchi blu, accusati di essere “azzeratori di biodiversità”, agli studenti e studiosi della materia intervenuti.

Ad aprire l’incontro, la presidente dell’Amp Plemmirio Patrizia Maiorca, il vicesindaco e assessore alla Pesca del Comune di Siracusa Edy Bandiera e il capitano di vascello della Capitaneria di Porto di Siracusa Andrea Santini.

Il granchio blu è il nuovo “nemico” del delicato equilibrio dell’ecosistema marino del mare nostrum, la cui presenza, è stato rilevato dalla presidente Maiorca, pare non avere ancora raggiunto il mare del Plemmirio, ma è stato già rinvenuto ai confini nord e sud della costa.

Il vicesindaco Bandiera, dal canto suo, ha colto l’occasione per porre l’accento anche su quello che tuttavia rappresenta ancora il nemico numero uno del mare, la plastica :“problema da affrontare in un’ottica europea”.

<<Siamo abituati – ha invece osservato il comandante della Capitaneria di porto di Siracusa Santini – a difendere le specie protette dell’area marina, e adesso ci troviamo davanti a un problema di segno opposto>>.

Il direttore Cartarrasa ha introdotto i lavori, proponendo un excursus della problematica che è poi stata illustrata, dai relatori agli studenti, attraverso contributi visivi ed esempi scientifici.

Ad avvicendarsi nell’approfondimento della tematica proposta nel corso dell’incontro, moderato da Graziella Ambrogio dell’Ufficio Idp dell’Amp Plemmirio: la biologa marina Helen Accolla,  Carmelo Maiorca, giornalista e responsabile regionale di Slow Fish per Slow Food Sicilia e Francesco Tiralongo, docente di zoologia e ricercatore all’Università di Catania. A concludere i lavori in sala il vicepresidente dell’Amp del Plemmirio Marco Mastriani.

 

d.ssa Graziella Ambrogio

Ufficio Informazione Divulgazione e Promozione

Area Marina Protetta del Plemmirio

info1@plemmirio.it

graziella.ambrogio@plemmirio.it

tel 0931 449310

Translate »